• Articolo , 7 dicembre 2009
  • Ue: i ministri degli Esteri ribadiscono la posizione ‘clima’

  • In vista della partecipazione al summit Onu i ministri degli Esteri sono riuniti per discutere, tra l’altro, dell’entrata in Europa di Croazia, Islanda e Turchia

(Rinnovabili.it) – Oggi e domani si riuniscono a Bruxelles i ministri europei degli Esteri. Temi dell’incontro il Medio Oriente, l’allargamento dell’Ue (verranno prese in esame le richieste di Croazia, Islanda e Turchia) e, contemporaneamente il summit danese, il grande protagonista della scena internazionale, il Clima, al fine di prepararsi al meglio in vista della partecipazione dei ministri al cosiddetto COP15.
A tal proposito l’Europa sembra rimanere ferma sulle sue posizioni: riduzione del 20% delle emissioni entro il 2020 con la possibilità di aumentare la percentuale al 30% solo nel caso in cui alla Conferenza si raggiungano accordi concreti. I 27 hanno dichiarato che presteranno particolare attenzione alle dichiarazioni di Cina, India e Usa prima di avanzare proposte più audaci.
I ministri, tra cui l’italiano Franco Frattini, oltre ad affrontare la parte Affari dell’incontro, si occuperanno di organizzare il vertice europeo in programma per giovedì e venerdì prossimi.