• Articolo , 10 marzo 2008
  • Ue: la ricetta per un trasporto sostenibile

  • L’eurodeputato Gabriele Albertini presenta la relazione, contenente una serie di misure a favore della mobilità sostenibile, che sarà al voto dell’intera Assemblea europea domani mattina

Il funzionamento della società moderna ed il sistema dei trasporti sono elementi indiscutibilmente connessi. Per questo è fondamentale riuscire a trovare delle alternative sostenibili per il trasporto che assicurino nel contempo una buona efficienza del settore. In questo senso va la relazione proposta dal Parlamento europeo su iniziativa dell’eurodeputato italiano Gabriele Albertini. Il relatore sulla politica europea del trasporto sostenibile, propone la sua ricetta a base di una serie di misure che vanno dai maggiori investimenti per sviluppare carburanti alternativi, a un approccio del “chi inquina paga” applicato ai vari mezzi di trasporto, a soluzioni innovative per ottimizzare l’integrazione del flusso urbano di merci o a sistemi di pedaggio nei grandi centri metropolitani. Si tratta di un sistema già parzialmente in uso in diversi Stati membri, che va però affinato, e completato da campagne di informazione, affinché ciascuno “sia consapevole nelle proprie scelte quotidiane di spostamento”. “Le aree urbane hanno bisogno di politiche di gestione.” – sostiene Albertini – “Oggi stiamo sviluppando macchine ibride e a idrogeno, ma chi può dire quale sarà la soluzione migliore nel lungo termine? Quello che è chiaro è che qualsiasi tecnologia che possa aiutarci ad ottenere efficienza nei carburanti, a ridurre la domanda di trasporto stradale e aereo, o a ottenere cambiamenti nella mentalità della gente, può essere quella vincente…alla fine sarà il mercato che opererà la scelta giusta”. La relazione sarà al voto dell’intera Assemblea il prossimo martedì 11 marzo.