• Articolo , 17 novembre 2009
  • Ue: pubblicizzare i Fondi Strutturali per diffondere l’eco-efficienza

  • I Fondi Strutturali destinati a finanziare opere di ristrutturazione edilizia finalizzate all’efficientamento energetico e alla diffusione delle rinnovabili hanno avuto un discreto successo ma da Bruxelles l’invito a diffonderli

(Rinnovabili.it) – Per raggiungere gli obiettivi d’efficienza energetica l’Unione Europea ha suggerito la mobilitazione dei fondi strutturali, che potrebbero avere un ruolo chiave nella concretizzazione dei piani regionali e nazionali ‘green’ e servire da leva per ottenere ulteriori fondi sia pubblici che privati.
I tre fondi strutturali, il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (ERDF(European Regional Development Fund)), il Fondo di Coesione e il Fondo Sociale, hanno il potenziale per contribuire alla diffusione delle energie sostenibili, specialmente nel caso di investimenti dedicati all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili (ERDF).
Nei tre anni di programmazione e a seguito dei cambiamenti avvenuti nel giugno 2009, gli Stati membri hanno avuto la possibilità di utilizzare i fondi ERDF per gli investimenti di efficienza energetica nella riqualificazione edilizia: la situazione è migliorata ma c’è bisogno di una svolta che acceleri il cambiamento.
Dal 2007 infatti sono 12 gli Stati membri che possono accedere al finanziamento ma dai dati si evince che è stato utilizzato solo il 3% della dotazione totale messa a disposizione.
A sei mesi dal cambiamento che ha reso il fondo disponibile a quindici stati europei solo Francia e Regno Unito hanno iniziato ad utilizzare ERDF per manovre di efficientamento energetico.
Il Patto dei Sindaci è un’iniziativa importante che potrebbe aiutare la diffusione dell’utilizzo dei fondi strutturali per l’efficienza energetica, in modo che i sindaci e gli altri soggetti interessati possano agire a larga scala verso un utilizzo più razionale.