• Articolo , 7 maggio 2008
  • UE: un nuovo strumento per progetti su energia e clima

  • Rientra nell’area della politica europea di vicinato e fornirà un aiuto per le operazioni di prestito pubblico europeo e per le istituzioni finanziarie

Il Commissario europeo per le relazioni esterne e la politica europea di vicinato, Benita Ferrero-Waldner ha lanciato il NIF(Neighbourhood Investment Facility), uno strumento chiave, volto a utilizzare ulteriori finanziamenti per progetti legati alle infrastrutture, soprattutto nei settori dell’energia, dei trasporti e dell’ambiente. Il NIF garantirà fondi per finanziare operazioni della BEI, BERS (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo) e altre istituzioni finanziarie europee per lo sviluppo. La Commissione ha già messo a disposizione 100 dei 700 milioni di euro che intende stanziare per il periodo 2007-2013. “E’ molto positivo che questo nuovo strumento di investimento sia diventato operativo, grazie agli sforzi congiunti della Commissione, degli Stati membri e delle istituzioni finanziarie europee”, ha spiegato Ferrero-Waldner, aggiungendo: “Finanzierà progetti concreti come la costruzione di autostrade, investimenti nell’uso delle energie rinnovabili o per la pulizia del Mediterraneo e del Mar Nero e porterà quindi tangibili benefici ai cittadini dei paesi confinanti e all’Unione”. Dieci milioni di euro arriveranno da Francia e Germania mentre Italia, Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Estonia, Svezia e Finlandia contribuiranno con 1 milione di euro ciascuna.