• Articolo , 27 luglio 2010
  • UHVDC, la Cina istalla voltaggi da record mondiale

  • Collegamento da record per la linea di trasmissione Xiangjiaba-Shanghai. Lunga 2000 chilometri sarà in grado di trasmettere 7200 MW provenienti dalla centrale idrolettrica di Xiangjiaba

(Rinnovabili.it) – La multinazionale elvetico-svedese ABB ha commissionato un collegamento alla rete di trasmissione elettrica da 440 milioni di dollari da attuarsi in Cina. Le indiscrezioni già lo segnalano come il più lungo e più potente cavo di trasmissione a livello mondiale meglio conosciuto come UHVDC (Ultra High Voltage Direct Current).
Progettato nel tempo record di 30 mesi il _piano Xiangjiaba-Shanghai_ è stato concluso un anno in anticipo rispetto alla tabella di marcia e risulta essere il primo collegamento ad alta tensione al mondo realizzato a scopo commerciale. Il cavo sarà in grado di trasmettere 7200 MW di potenza proveniente dalla centrale idroelettrica di Xiangjiaba, nel sud ovest della Cina, e questo basterà a fornire l’energia sufficiente alle necessità di 24 milioni di persone superando la capacità della fino ad oggi maggiore linea di trasmissione brasiliana Itaipu, sempre opera della ABB.
Il collegamento, con un voltaggio di circa 800 kV registra perdite di energia nell’ordine del 7%, valore molto inferiore al 10% registrato dalle linee da 500 kV con energia ‘salvata’ che equivale al consumo di circa un milioni di cinesi.
Secondo Zheng Baosen, vice presidente esecutivo della _State Grid Corporation of China_ il collegamento aiuterà a fornire accesso remoto alle energie rinnovabili, un’area chiave all’interno dell’azienda settore nel quale il paese sta cercando di investire in maniera massiccia per ridurre le emissioni dannose procedendo allo stesso tempo allo sviluppo del paese.