• Articolo , 24 novembre 2009
  • UIR: Piani da 500 mln per sostenibilità ed energia a Roma

  • Molte le dichiarazioni del Presidente dell’Unione, Aurelio Regina, che attraverso gli stimoli del Protocollo sulla sostenibilità per la Provincia di Roma, ha espresso positività per i nuovi e venturi propositi circa l’ammodernamento ed il potenziamento della rete elettrica.

(Rinnovabili.it) – “Oltre 500 milioni di euro” sono pronti ad essere investiti dalle aziende associate all’Unione degli Industriali e delle imprese di Roma(UIR) al fine di “ammodernare e potenziare la rete elettrica”. Questo quanto ricordato dal Presidente dell’Unione, Aurelio Regina, dal palco dell’Assemblea generale apertasi questa mattina nella capitale. Un tema, quello dell’efficientamento del settore energetico, caro a Regina che soltanto lo scorso giugno aveva preventivato le cifre che l’industria romana avrebbe messo in campo per “ridare il territorio all’ambiente”. Dei 1,2 miliardi annunciati da spalmare su una arco di cinque, poco meno della metà sarà infatti destinata allo smantellamento di 250 chilometri di elettrodotti e l’interramento di altri 50, anche se, precisa il Presidente Uir, sui tali investimenti “stiamo lottando affinché non vengano soffocati in una giungla di autorizzazioni”. La misura, a conti fatti, permetterebbe di liberare cinque milioni di metri quadri di territorio, con un risparmio di 58 milioni di kW l’ora. Per facilitare la fase iniziale è stata “avviata una collaborazione con la Provincia di Roma per il supporto alle imprese su tutti gli interventi in campo ambientale e per chiarire e semplificare le procedure”.
La sfida energetica e della Green Economy è per Regina la strada giusta per una migliore qualità della vita “Il mercato in questi settori sta correndo: negli ultimi 5 anni gli investimenti privati nelle fonti rinnovabili e nell’efficienza energetica si sono moltiplicati per 10″ e la Uir sta dimostrando da tempo un forte impegno per migliorare attività e servizi incentrati sull’utilizzo delle fonti pulite, nella profusione di politiche energetiche virtuose e per uno sviluppo continuo e costante dell’economia verde. Non solo. Lo scorso Ottobre è stato anche dato avvio ad un “‘Protocollo di Intesa’ con il Comune di Roma per la mobilità sostenibile”, ha proseguito, che si realizzerà attraverso una serie di progetti quali ad esempio l’Auto Elettrica che verrà regolarmente introdotta nelle strade cittadine della Capitale, sostenute da una rete di stazioni di rifornimento elettrico per le auto di nuova generazione.
“L’energia rinnovabile – ha infine concluso Regina- poi, non può essere l’eldorado per i nuovi furbi ma l’indirizzo strategico per iniziative piu’ serie che coniughino sviluppo e ambiente, crescita e sostenibilità”.