• Articolo , 9 ottobre 2008
  • UK: 100 MW di energia pulita da canali e fiumi

  • L’ente pubblico British Waterways ha in programma di sfruttare i canali e le sedi fluviali di tutto il paese per la produzione di energia rinnovabile

Cinquanta turbine eoliche ed un numero indeterminato di impianti idroelettrici in piccola scala da distribuire lungo i canali ed i fiumi del Regno Unito. Si tratta del piano presentato dall’ente pubblico British Waterways che in accordo con Partnerships for Renewables, darà vita ad un progetto su vasta scala per incrementare la produzione energetica pulita della Gran Bretagna. L’attuazione della proposta potrebbe portare a risparmi annuali superiori a 100.000 tonnellate di CO2, generando 100 MW di elettricità. Il quantitativo energetico sarebbe sufficiente per 45.000 case e, cosa più importante, i proventi ottenuti in questo modo sarebbero reinvestiti in operazioni di tutela e mantenimento dei corsi d’acqua. Robin Evans, Chief Executive della British Waterways, ha affermato: “Questo è un vero e proprio esempio di come un organismo pubblico possa utilizzare la sua terra in modi innovativi per la generazione di reddito supplementare e lavorare verso un futuro più sostenibile. Noi ci occupiamo di 2200 miglia di corsi d’acqua in tutto il Regno Unito e, mentre tuteliamo il loro patrimonio, stiamo cercando in modo proattivo di utilizzare questa risorsa per dare un contributo alla lotta contro il cambiamento climatico”.