• Articolo , 28 settembre 2009
  • UK: 20 comunità ‘low carbon’ da premiare

  • Un team di lavoro costituito da società interne ed esterne al governo, supporterà passo passo le iniziative delle comunità efficienti

(Rinnovabili.it) – Il governo inglese ha messo a disposizione 10 milioni di sterline per le venti comunità che attueranno politiche energetiche esemplari, ed ha invitato enti locali, di beneficienza e le organizzazioni sociali a fare qualcosa di concreto per aiutarle a contrastare i cambiamenti climatici.
Nella stessa misura in cui il Regno Unito ha dichiarato di voler ridurre le proprie emissioni dell’80% entro il 2050, dovrà quindi diminuire anche il consumo totale dell’energia richiesta, provieniente soprattutto dal riscaldamento, dall’illuminazione e dall’alimentazione degli apparecchi elettrici nelle case.
Il “Low Carbon Communities Challenge” può rivelarsi un modo effettivo di cambiamento per il Paese, ha detto Ed Miliband, Segretario del Dipartimento per l’Energia e i Cambiamenti climatici. Egli ha inoltre dichiarato: “Stiamo cercando comunità in tutto il paese per dare inizio alla rivoluzione del “Low Carbon”. La sfida è un’opportunità per le comunità di aprire una nuova via in modo che tutti possano fare la loro parte per contrastare i cambiamenti climatici e così risparmiare denaro sulla bolletta del carburante”.
I venti comuni, che avranno già dimostrato impegno pratico e piani di lavoro in via di adattamento ai nuovi target, riceveranno un sostegno finanziario per mettere in pratica i progetti sostenibili, avanzati dagli stessi residenti della zona; potrà essere un impianto a biomasse locale come anche un punto di rifornimento elettrico per auto.
Qualunque sia l’iniziativa a favore del programma per la riduzione dei gas serra, gli abitanti della comunità avranno una continua assistenza tecnica e finanziaria, un supporto presente e costante da società specialistiche, governative e non, come l’Energy Saving Trust, il Carbon Trust, il WRAP ed il terzo settore.
Si agirà in squadra, verranno comparate opinioni e saranno presentati eventuali piani di azione per rendere ancor più efficiente il lavoro svolto; sarà un opportunità esemplare anche per l’economia del paese e per dare stimolo alla nascita di nuove e altre iniziative.
“Il Regno Unito ha il più ambizioso incarico al mondo nel ridurre le emissioni e, progetti come questo, svilupperanno le politiche di cui abbiamo bisogno per avere successo”, ha infine aggiunto Miliband.