• Articolo , 21 settembre 2010
  • UK, 24 milioni per la diffusione dei veicoli low carbon

  • Grazie allo stanziamento di 24 milioni di sterline a favore dello sviluppo e della diffusione della mobilità elettrica, verranno finanziati sei diversi progetti incentrati su soluzioni low carbon in grado di tagliare le emissioni legate al settore trasporti

(Rinnovabili.it) – Il segretario britannico dei Trasporti, Philip Hammond, ha annunciato l’impegno del governo in favore dello sviluppo e della diffusione della mobilità low carbon. Il fondo stabilito ammonta a 24 milioni di sterline e punta alla riduzione delle emissioni legate al settore trasporti attraverso incentivi fino a 5.000 sterline per l’acquisto di veicoli ibridi, plug-in e ad idrogeno provvedendo, come prossimo step, alla creazione di una rete di infrastrutture in grado di garantire al consumatore i punti di ricarica necessari.
L’impegno rientra nel “Technology Strategy Board”:http://www.innovateuk.org/, che in totale equivale a 52 milioni di sterline destinati allo sviluppo di nuovi motori ibridi plug-in oltre a mezzi elettrici per la raccolta della spazzatura, materiali leggeri per la costruzione di autovetture e tecnologie basate sull’impiego dell’energia termica per il miglioramento delle prestazioni del veicolo.
“Mentre sono convinto che le ferrovie saranno il futuro dei viaggi interurbani di lunga distanza, non possiamo ignorare il fatto che l’84% dei viaggi vengono effettuati in auto e non vi è alcuna prospettiva realistica che l’auto privata venga dismessa” ha dichiarato Hammond “Tuttavia siamo alla vigilia di una rivoluzione tecnologica che trasformerà il modo in cui vediamo i motori del XXI secolo consentendo ai consumatori tutti i benefici di un’auto privata senza distruggere il Pianeta”.
Il Governo ha inoltre dichiarato l’intenzione di procedere ad un piano nazionale per la gestione delle infrastrutture per divenire al più presto una delle 15 “Plugged-In Places”:http://www.dft.gov.uk/pgr/sustainable/olev/, programma che, fino ad adesso, ha premiato con quasi 9 milioni di sterline Londra, Milton Keynes ed il North East per aver realizzato si stazioni di ricarica per veicoli elettrici.