• Articolo , 20 novembre 2009
  • UK: 30 mln di sterline per il “Plugged-in Places”

  • Il Regno Unito punta allosviluppo del settore deo trasporti zero-emission finanziando i progetti per la realizzazione di stazioni di ricarica lungo le strade e nei parcheggi

(Rinnovabili.it) – Il governo inglese ha lanciato il finanziamento di 30 milioni di sterline da destinare a “Plugged-in Places”, la nuova iniziativa, tutta ‘made in UK’, destinata alla creazione di una vasta rete di punti di ricarica per vetture elettriche.
Parte di un più ampio programma da 400 milioni di sterline con cui il Regno Unito sta investendo nello sviluppo di una mobilità a basse emissioni, il progetto si rivolge ad autorità locali, fornitori di energia e le imprese invitandole a presentare offerte per i fondi stanziati che serviranno a coprire i costi di installazione dei punti di ricarica dedicate a strade, parcheggi e centri commerciali.
Il numero totale di punti che saranno finanziati dipenderà dalle esigenze locali, ma il governo spera di riuscir a dotare tra le tre e le sei città del Regno Unito di un’infrastruttura di ricarica completa.
A darne l’annuncio il ministro dei trasporti, Andrew Adonis, “Il nostro obiettivo riguarda la produzione di veicoli elettrici a basse emissioni in modo che diventino una consuetudine sulle strade del Regno Unito. C’è molto lavoro da fare tuttavia le postazioni Plugged-In Places sono un passo veramente importante che ci mette sulla strada per un futuro a basse emissioni”.
Pat McFadden, ministro inglese delle Imprese e dell’Innovazione, ha aggiunto: “Il nostro obiettivo è fare in modo che la Gran Bretagna diventi un centro di importanza mondiale nella produzione di veicoli a basse emissioni di carbonio e per far ciò stiamo coinvolgendo ed aiutando le imprese che vanno in questa direzione”.
Recentemente, il Ministro dei Trasporti ha annunciato la creazione di un fondo da 250 milioni di sterline destinato alla riduzione del prezzo di auto elettriche e plug-in e destinato all’incentivazione dell’acquisto di veicoli ibridi tra le 2.000 e le 5.000 sterline, mentre un fondo da 20 milioni di sterline è stato attivato ed è attivo sul fronte di nuovi veicoli elettrici per uso governativo.
Nel frattempo, il “Technology Strategy Board”:http://www.innovateuk.org/ ha reso noto di star organizzando un programma da 120 milioni per accelerare la commercializzazione di veicoli a basse emissioni di carbonio mediante la costruzione di joint venture tra il mondo accademico, le PMI innovative, aziende di medie e grandi dimensioni.