• Articolo , 13 dicembre 2010
  • Uk, 50 milioni di smart meter istallati entro il 2017

  • Contatori intelligenti in tutti gli edifici del paese. Con questo annuncio il Governo UK punta, entro il 2017, alla creazione di una smart grid che oltre a garantire l’approvvigonamento energetico ridurrà notevolmente le emissioni nocive

(Rinnovabili.it) – Crescono le ambizioni del Regno Unito che punta ad istallare contatori intelligenti in ogni edificio entro la fine del 2017. Gestiti direttamente dal Dipartimento per l’energia e il cambiamento climatico (DECC), mentre inizialmente il progetto prevedeva la gestione dei contatori da parte dell’Ofgem, gli apparecchi consentiranno un monitoraggio costante e preciso dei consumi aumentando la consapevolezza dei cittadini. Consapevolezza che, come dimostrano diversi studi, è in grado di aiutare il cittadino a risparmiare energia diminuendo di conseguenza i costi in bolletta del 10-20%.
Il governo ha annunciato l’iniziativa per mezzo di una lettera inviata al ministro per l’energia Charles Hendry e al presidente dell’Ofgem, John Mogg nella quale si legge “Il Governo ha deciso che, considerato l’impatto di questo programma e la grandezza della responsabilità del Governo nel gestire le fasi di consegna dei contatori, dovrebbe essere il DECC ad assumersi gli oneri della distribuzione e dell’attuazione delle prime fasi del programma”.
Grazie alla creazione di un circuito che collega tutti gli smart meter istallati sul territorio sarà più semplice per il paese creare una rete intelligente per la gestione dei consumi e per la distribuzione razionale dell’energia consentendo, ad esempio alle imprese, di spegnere in automatico i macchinari e gli elettrodomestici non essenziali, specialmente nei momenti di picco di domanda. In questo sarà possibile assicurare la sicurezza energetica sia a livello domestico che industriale riducendo notevolmente le emissioni di CO2 dovute al consumo irrazionale di elettricità.