• Articolo , 1 luglio 2011
  • Uk, dal governo la nuova strategia per la diffusione degli EV

  • Dare la possibilità ai cittadini di ricaricare le proprie vetture elettriche in maniera comoda e autonoma ne favorirà la diffusione. Con questa affermazione il governo ha annunciato nuovi incentivi per la mobilità sostenibile

(Rinnovabili.it) – Il governo UK ha svelato i piani per incentivare la realizzazione di infrastrutture, anche domestiche, per allargare la rete di punti di ricarica per veicoli elettrici. L’idea è quella di coinvolgere soprattutto le aziende per mettere su strada entro il 2015 migliaia di veicoli elettrici dando la possibilità ai dipendenti di ricaricare le proprie vetture, oltre che a casa, anche nei parcheggi dei luoghi di lavoro.
Il piano pubblicato ieri dal Dipartimento dei Trasporti britannico non prevede l’istallazione di “Un ChargePoint ad ogni angolo” bensì si concentrerà sull’incentivare le imprese e i proprietari di immobili ad istallare colonnine di ricarica per evitare che un numero troppo elevato di punti di approvvigionamento sparsi per la città rimangano inutilizzati, divenendo anche antieconomici. Puntando invece a punti di ricarica nei parcheggi, nei supermercati e nei centri commerciali si otterranno maggiori vantaggi, come descritto nel rapporto *Making the Connection: the Plug-In Vehicle Infrastructure Strategy* che suggerisce anche la ricarica domestica notturna per evitare di sovraccaricare le reti di trasmissione. “I ChargePoints pubblici sono parte della risposta, ma mettere un ChargePoint ad ogni angolo, non è l’approccio giusto”, ha detto il segretario al Trasporto Philip Hammond. “E’ più conveniente per i conducenti, e meglio per il sistema energetico se per la maggior parte della ricarica si accede alle colonnine domestiche”.