• Articolo , 15 aprile 2011
  • Uk, dalla revisione del bilancio 210 mln al Warm Frost

  • Chiuso nel dicembre scorso il regime di sostegno alla famiglie in fuel poverty ha ricevuto fondi fino al 2013. Con 210mila euro a disposizione il governo riuscirà ad aiutare circa 90mila famiglie tra le meno abbienti

(Rinnovabili.it) – Il Governo Uk riapre il “Warm Front”:http://www.direct.gov.uk/en/Environmentandgreenerliving/Energyandwatersaving/Energygrants/DG_10018661, lo schema che aiuterà 90mila famiglie britanniche tra le meno abbienti ad uscire dalla condizione di *fuel poverty*. Grazie a questo regime i capofamiglia che quotidianamente lottano per assicurare alle famiglie il calore necessario a riscaldare le proprie abitazioni nei mesi invernali potranno chiedere al governo l’assistenza economica necessaria all’istallazione di nuovi sistemi di riscaldamento più efficienti, per interventi di isolamento termico delle pareti e dei soffitti degli appartamenti e per l’impermeabilizzazione degli stessi, ottenendo un contributo fino a 3.500 sterline.
Secondo i dati più recenti del governo, ci sono circa 4,5 milioni di famiglie nel Regno Unito che vivono in _povertà di carburante_, condizione di indigenza che viene attribuita a chi spende oltre il 10% del proprio reddito per far fronte alle bollette del riscaldamento.
Chiuso dal governo nel dicembre scorso dopo l’esaurimento dei fondi a disposizione, il regime di incentivazione è stato riconsiderato nell’ultima revisione del bilancio che ha messo nuovamente a disposizione del progetto 110 milioni di sterline per l’anno in corso e altri 100 da distribuire durante il biennio 2012/13, focalizzando gli aiuti sulle famiglie più povere.
“Abbiamo migliorato il regime Warm Front così il sostegno è rivolto a coloro che ne hanno più bisogno, con la prospettiva di aiutare circa 90mila famiglie nei prossimi due anni” ha commentato ieri Chris Huhne segretario britannico all’energia e al cambiamento climatico.