• Articolo , 10 giugno 2011
  • Uk, dimezzare i consumi dei veicoli per vincere la sfida del climate change

  • Per raggiungere gli obiettivi al 2020 il settore mobilità è chiamato a fare di più. Automobili più piccole, dal design accattivante e dai ridotti consumi potrebbero aiutare il comparto a divenire più green

(Rinnovabili.it) – I produttori di veicoli dovranno rendere più accattivante il design delle piccole utilitarie a basse emissioni per favorire la messa su strada di EV e garantire il raggiungimento degli obiettivi anti emissioni stabiliti dall’Europa e in scadenza nel prossimo 2020.
I governi sono quindi chiamati ad intensificare i propri sforzi per incoraggiare le case automobilistiche a fare di più per l’ambiente, anche attraverso strategie di marketing, purchè abbiano fini ambientali. A tal fine i rappresentanti della Low-Carbon Vehicle Partnership (LowCVP) durante la conferenza annuale svoltasi ieri a Londra hanno sottolineato il successo dei piani di riduzione delle emissioni derivanti dal comparto autoveicoli, che stanno raggiungendo importanti risultati in numerosi paesi industrializzati. Tuttavia la crescita economica esponenziale delle nazioni in via di sviluppo con molta probabilità sarà la causa di un aumento delle emissioni di CO2 derivante dal sempre nuovo numero di veicoli inquinanti in circolazione. Proprio per questa ragione i governi sono stati chiamati ad agire in fretta, per limitare i danni piuttosto che trovarsi a dover lottare contro le nefaste conseguenze di un’aumento di emissioni nocive e di una pessima qualità dell’aria.

David Ward, Direttore Generale della Fondazione FIA, ha avvertito che la flotta globale è destinata a espandersi dagli 800 milioni di veicoli di oggi ad un numero compreso tra due e tre miliardi entro la metà del secolo.
Per raggiungere gli obiettivi globali di dimezzamento degli inquinanti prodotti dai veicoli entro il 2050 l’efficienza media dei veicoli, ha specificato Ward, dovrebbe scendere del 50%. “Non siamo sulla buona strada per soddisfare il *50 by 50*”, ha detto Ward. “Allora, qualcosa dovrà essere fatto”.
Egli ha avvertito che “solo pochi paesi hanno qualcosa che somiglia ad una politica di risparmio dei carburanti” e ha esortato i governi ad adottare politiche che promuovano la produzione e la distribuzione di vetture più piccole con motori più efficienti.
“Le _piccole_ fanno parte della soluzione”, ha detto Ward “La crescita nel mercato delle auto più piccole sarà fondamentale, e dobbiamo trovare il modo di sostenerla. Abbiamo avuto modo di fare piccole automobili a minor consumo accattivanti il più possibile”.