• Articolo , 1 luglio 2009
  • UK: National Grid ottiene 32 mln per il piano energia pulita

  • La EIB (Banca europea per gli investimenti), ha deciso di concedere un finanziamento alla società inglese che gestisce la distribuzione di gas ed elettricità in Gran Bretagna. E’ previsto un piano di ammodernamento lungo tutta la rete di gasdotti, lunga ben 132mila km

La EIB (Banca europea per gli investimenti) ha concesso alla National Grid, società che gestisce la distribuzione di gas e di elettricità in Inghilterra, un prestito di 32 milioni di sterline per sostenere un piano di energia sicura e pulita nel Regno Unito.
Grazie a questo investimento si potranno sostenere alcuni programmi per l’aggiornamento e l’ampliamento delle quattro reti di distribuzione del gas in Inghilterra.
La società inglese fornisce gas ad oltre 11 milioni di clienti nel nord di Londra, l’East Midlands, il West Midlands e il nord-ovest del Paese. I miglioramenti permetteranno alla società di mantenere alti gli standard di servizio per i clienti e faciliterà l’estensione della capacità di rifornire gli utenti, sempre più numerosi.
Simon Brooks, Vice Presidente della EIB e responsabile della sezione prestiti nel Regno Unito, ha dichiarato: “La EIB è lieta di sostenere il programma di investimento della National Grid, che avrà un impatto positivo sulla sicurezza della fornitura di energia nel Regno Unito. Inoltre, la Banca è fiduciosa che grazie a questi miglioramenti, necessari per l’impresa, la National Grid sarà in grado di raggiungere un numero ancora maggiore di clienti nel Regno Unito, in modo che il gas andrà a sostituire le fonti di energia meno efficienti e più inquinanti, in ambito domestico, commerciale e negli ambienti industriali. Questo progetto, quindi, non solo aiuta a promuovere gli importanti obiettivi che mirano all’uso razionale dell’energia e della tutela ambientale in Europa, ma è anche in linea con i severi regolamenti imposti al settore da parte dell’OFGEM (Office of the Gas and Electricity Markets), che regola gli standard della concorrenza nel Regno Unito”.
Il programma di investimenti della EIB sarà attivo per tre anni, fino al 31 marzo 2011.
Gli interventi previsti dal programma riguardano la sostituzione dei tubi in ghisa con i nuovi tubi in polietilene, più resistenti e sicuri. Inoltre, National Grid utilizzerà i fondi per attuare le opere di rinforzo in tutti i 132.000 km di rete di gasdotti.
I benefici ambientali derivanti dagli interventi previsti dal progetto dovrebbero essere notevoli, in quanto i lavori potrebbero portare alla riduzione delle perdire di gas che si verificano lungo il sistema di condutture.
National Grid è anche impegnata nella redazione di studi dell’impatto che il programma di investimenti potrebbe avere sulle biodiversità e sugli habitat naturali.
Il prestito della EIB è subordinatao al rispetto, da parte della National Grid, delle direttive UE, tenendo conto dell’ampia gamma di fattori ambientali che vanno rispettati e tutelati.