• Articolo , 26 maggio 2008
  • UK: nuove proposte per la lotta alla riduzione di CO2

  • Una proposta della Commissione parlamentare per l’Ambiente britannica per raggiungere gli obiettivi di Kyoto

È un sistema di crediti di CO2 individuali la soluzione del Regno Unito per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti fissati dal Protocollo di Kyoto. La proposta arriva dalla Commissione parlamentare nazionale per l’Ambiente, ed era stata già vagliata nel passato ma scartata, vista la sua complessità, dal governo laburista. Questa volta però, la Commissione pensa che, nonostante le difficoltà, tale proposta possa rappresentare un metodo efficace al raggiungimento della riduzione delle emissioni di CO2. Infatti, basterebbe fissare una quota massima annuale di consumo di combustibile ed energia per ogni cittadino che sarebbe possibile superare solo acquistando da altri cittadini la quota a loro avanzata. Ogni cittadino quindi dovrebbe misurare la quantità di CO2 che emette, ed è per questo che la stessa Commissione teme che i cittadini non accoglieranno la proposta favorevolmente. “Il pubblico viene persuaso nel momento in cui percepisce che il governo è realmente impegnato nella riduzione delle emissioni di CO2”, dichiara la Commissione.