• Articolo , 2 agosto 2010
  • UK, tre nuovi finanziamenti all’energia dal moto marino

  • Governo e Unione europea supportano la ricerca e lo sviluppo delle tecnologie a favore della generazione energetica a zero emissioni concentrandosi sui progetti di sfruttamento di moto ondoso e maree

(Rinnovabili.it) – Il settore che in Gran Bretagna sfrutta l’energia del moto ondoso e delle maree vanta il sostegno di tre nuovi investimenti da parte di Governo e Unione Europea. Si tratta di 1,5 milioni di sterline annunciati dal Ministro degli Affari Mark Prisk a favore del progetto Wave Hub della South West Regional Development Agency (RDA) per la realizzazione, da parte della OPT (Ocean Power Technologies), di un dispositivo PowerBuoy da 500 kW per lo sfruttamento del moto ondoso. “[Questo investimento] consentirà alla OPT di accelerare lo sviluppo della prossima generazione di PowerBuoy, che riteniamo entrerà in competizione con la massiccia produzione di grandi quantitativi di energia generata da combustibili fossili. Esso contribuirà anche a fornire una ulteriore spinta per il settore rinnovabili a lungo termine della Gran Bretagna”, ha dichiarato il chief executive dell’OPT Angus Norman.
Un fondo da 7 milioni di sterline proveniente dal Technology Strategy Board e dall’Engineering and Physical Sciences Research Council è stato invece accordato per appoggiare 9 progetti di ricerca e sviluppo per la riduzione e il miglioramento delle prestazioni dei dispositivi di generazione energetica da moto marino e maree, guidati da altrettante aziende del settore in collaborazione con 35 strutture tra università e organizzazioni.

“Il Regno Unito ha una posizione ottimale per lo sfruttamento delle risorse energetiche di onde e maree con tutta la linea di costa che abbiamo… [ma] abbiamo ancora bisogno di dimostrare quali soluzioni tecnologiche siano più adatte all’energia marina e abbiamo bisogno di ridurre il costo dell’energia prodotta”, ha dichiarato il Chief executive del Technology Strategy Board, Iain Gray.
Infine un progetto per testare la generazione di energia delle maree al largo della costa del Galles occidentale ha ricevuto la somma di 1,4 milioni dall’UE che, insieme alle 572mila sterline dal Fondo europeo di sviluppo regionale, saranno impiegati per procedere ad uno studio di fattibilità per lo sviluppo della tecnologia DeltaStream e la valutazione del sito Sound Ramsey per il test delle maree. Una volta installato, il dispositivo DeltaStream avrà una capacità di generazione di 1.2 MW testato su un periodo di 12 mesi durante il quale fornirà energia alla vicina comunità di St Davids.