• Articolo , 25 marzo 2008
  • Un’isola ad energia solare per la Cina

  • Nuovo progetto di promozione dell’energia pulita per la provincia insulare di Hainan

Già tra i leader mondiali per la produzione di celle fotovoltaiche, la Cina si sta attivando per sfruttare al meglio la risorsa solare. Per questo è stata pianificata la costruzione di impianti a energia solare e l’installazione di moduli fotovoltaici sui tetti delle abitazioni nelle quattro città principali della provincia insulare di Hainan. L’intervento è parte integrante del Programma per la protezione delle coste marine e dell’ecologia subtropicale e prevede anche la formazione di un centro nazionale di ricerca e sviluppo sull’energia solare. I nuovi impianti solari hanno lo scopo di rendere la provincia meno dipendente dall’utilizzo del carbone e dai relativi problemi di rifornimento. Inoltre, secondo il parere degli esperti, anche solo con il 2% del potenziale energetico solare totale dell’isola (una delle più ricche della nazione per quanto riguarda l’irradiazione solare) si eguaglierebbe tutta l’energia prodotta dalla Diga delle Tre Gole (84,7 TWh annui), l’enorme diga sul fiume Chang Jiang, contestata, fin dalla sua costruzione, dalle associazioni ambientaliste per l’elevato impatto ambientale e per l’elevato numero di persone sfollate.