• Articolo , 4 marzo 2011
  • Un “ecovillaggio” solare e solidale in Umbria

  • Nelle incantevoli valli umbre, tra Gubbio e Perugia sta per nascere un Ecovillaggio solare che ospiterà 56 unità abitative tutte realizzate secondo i più rigorosi criteri di sostenibilità ambientale e di efficienza energetica. Un vero e proprio borgo che prenderà vita in parte grazie alla ristrutturazione di edifici antichi (tra cui una fattoria e un […]

Nelle incantevoli valli umbre, tra Gubbio e Perugia sta per nascere un Ecovillaggio solare che ospiterà 56 unità abitative tutte realizzate secondo i più rigorosi criteri di sostenibilità ambientale e di efficienza energetica.

Un vero e proprio borgo che prenderà vita in parte grazie alla ristrutturazione di edifici antichi (tra cui una fattoria e un mulino) in parte grazie alla realizzazione di nuovi fabbricati. Il villaggio – che ospiterà abitazioni e strutture di recezione turistica – sarà “governato” secondo criteri cooperativi e mutualistici e proprio una cooperativa – costituita da tutti coloro che vorranno abitare e investire in questo progetto all’avanguardia – ne assumerà la gestione.

I promotori dell’iniziativa – tra le più innovative nel settore del social-housing e dell’edilizia sostenibile – sono Banca Popolare Etica che si sta occupando di tutti gli aspetti finanziari e la Jacopo Fo srl, già impegnata nel territorio umbro con le attività della Libera Università di Alcatraz, sui cui terreni in parte nascerà il villaggio.

«Oggi in tutto il mondo centinaia di migliaia di persone vivono negli ecovillaggi e sperimentano da decenni una qualità della vita che e’ decisamente superiore a quella offerta dalle città inquinate. Gli ecovillaggi ci permettono di costruire un modo di vivere che sia strutturalmente migliore. Dopo mesi di studi, rilievi e progettazione siamo finalmente pronti. All’interno dei 470 ettari del parco della Libera Repubblica di Alcatraz nasce una città verde, l’Ecovillaggio Solare. Sarà’ uno degli ecovillaggi più innovativi dal punto di vista delle eco-tecnologie. E ci impegneremo perché diventi anche uno degli ecovillaggi più belli e culturalmente vivaci», spiega Jacopo Fo.

«La possibilità di realizzare abitazioni al di fuori dei circuiti dell’edilizia speculativa, coinvolgendo in prima persona gli abitanti e nel pieno rispetto dell’ambiente è una delle sfide che – accanto al turismo responsabile – da sempre appassiona Banca Etica e più in generale la finanza etica europea. La banca si propone di accompagnare con adeguanti strumenti finanziari tutte le iniziative che mirano a costruire un modello economico più equo e attento ai diritti di tutti, inclusi quelli delle generazioni future. Per questo è per noi importante partecipare alla nascita dell’ECOVILLAGGIO solare di Gubbio», aggiunge Ugo Biggeri, presidente di Banca Popolare Etica.