• Articolo , 3 settembre 2010
  • Un bando per progetti di riforestazione nei paesi in via di sviluppo

  • Un bando per la presentazione di progetti di riforestazione da realizzare nei paesi in via di sviluppo è stato approvato oggi dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore competente Lia Giovanazzi Beltrami. La logica è quella del Protocollo di Kyoto: ridurre le emissioni di anidride carbonica anche attraverso azioni di tipo compensativo. Per il Trentino, secondo […]

Un bando per la presentazione di progetti di riforestazione da realizzare nei paesi in via di sviluppo è stato approvato oggi dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore competente Lia Giovanazzi Beltrami. La logica è quella del Protocollo di Kyoto: ridurre le emissioni di anidride carbonica anche attraverso azioni di tipo compensativo. Per il Trentino, secondo il Piano energetico provinciale, le emissioni di CO2 da ridurre ammontano a 300.000 tonnellate; il 10% di queste potrà essere abbattuto attraverso progetti di compensazione realizzati nei paesi in via di sviluppo da organismi di volontariato trentini. Lo stanziamento per questi progetti è di 100.000 euro.
Possono presentare i propri progetti le organizzazioni che operano nel campo della solidarietà internazionale riconosciute dalla Provincia autonoma di Trento. le domande non dovranno contenere veri e propri progetti ma un’idea progettuale, che verrà in seguito dettagliata con un progetto definitivo. Le domande devono essere presentate al Servizio Emigrazione e solidarietà internazionale della Provincia entro il 30 ottobre 2010, complete di piano finanziario, con indicata la quota di autofinanziamento, non inferiore al 20% del costo totale del progetto. (mp)