• Articolo , 25 novembre 2009
  • Un corso sul solare termico per ragazzi disagiati del Libano

  • L’Ong VIS ha dato seguito in Libano ad un iniziativa sostenibile destinata ai ragazzi palestinesi e libanesi per coinvolgerli appieno nell’utlizzo delle tecnologie all’avanguardia per il settore dell’energia del solare termico

(Rinnovabili.it) – L’Organizzazione non Governativa ‘Vis’ (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo) ha appoggiato la scuola Don Bosco di Fidar in Libano per dare il via alla terza fase del Corso di Energia Solare Termica, l’iniziativa destinata a ragazzi tra i 17 e 25 anni per la manifattura ed l’assemblaggio di un sistema solare termico completo.
Il corso fa parte del progetto L09-A2600 finanziato dall’Ufficio di Cooperazione Italiana dell’Ambasciata d’Italia a Beirut all’interno del Programma di Emergenza Ross, Fase III e dalla Provincia di Bolzano. Le lezioni della durata di 4 settimane e saranno tenute da un esperto libanese, già formato in Italia, e da due specialisti italiani provenienti dalla Provincia di Bolzano che si rivolgeranno a 15 studenti Libanesi e Palestinesi, questi ultimi provenienti dai campi profughi gestiti dall’UNRWA.
Ad alta valenza sociale anche l’impianto che sarà realizzato, destinato all’istallazione in un Centro per persone disabili gestito dall’organizzazione Arc en Ciel (partner dell’iniziativa), ad Halba, cittadina di una delle zone più povere e dimenticate della nazione africana.
Il progetto assicurerà alla struttura una tecnologia a zero emissioni e a zero necessità di rete per riscaldare la piscina del centro e renderla disponibile per lezioni di nuoto e sessioni di riabilitazione per tutta la durata dell’anno.
Il corso, nella sua unicità, ha anche ottenuto il riconoscimento del Ministero dell’Educazione Libanese e dal Ministero dell’Energia e dell’Acqua.