• Articolo , 3 giugno 2011
  • Un edificio a energia positiva a 300 km dal Polo

  • Il piccolo comune di Trondheim è stato scelto da un consorzio di società per sperimentare l’edilizia sostenibile ‘no-limits’: geotermia, bioclimatica ed energia solare per vincere la sfida contro la natura

(Rinnovabili.it) – Riflettori puntati sulla città di Trondheim, e non solo perché il comune norvegese è l’ospite 2011 di una delle più eclettiche competizioni internazionali, la _World Beard and Moustache Championships_. Qui infatti dovrebbe venir realizzato l’edificio ‘energy-positive’ più a nord nel Pianeta. Il merito va ad un consorzio di società, tra cui la compagnia petrolifera Norsk Hydro e il gruppo di costruzioni svedese Skanska, ora decisi a realizzare una struttura di sei sette piani, da destinare ad uffici e negozi, in grado di produrre nel corso dell’anno più energia di quella che consumerà per il suo fabbisogno. Una vera e propria sfida visto le basse temperature, le precipitazioni e il poco sole di queste latitudini, ma che non sembra spaventare affatto i progettisti.

*Eco-edilizia “no-limits”* I primi test svolti a Ulm, nella Germania meridionale, hanno addirittura superato le aspettative. “La nostra ambizione era di realizzare un edificio energicamente neutro, ed abbiamo finito costruendone uno che produce l’80 per cento di energia in più rispetto a quella che usa”, ha spiegato il CEO di Hydro Svein Richard Brandtzæg. “Se riusciamo a realizzarlo qui (a Trondheim), possiamo farlo ovunque”. L’edificio utilizzerà pannelli solari termici e moduli fotovoltaici integrati in una facciata in alluminio, che disporrà di un nuovo sistema di ventilazione a risparmio energetico e di un impianto geotermico. “Gli edifici richiedono il 40 per cento del consumo mondiale di energia, quasi il doppio di quello richiesto da auto, navi, treni e aerei messi insieme. Se vogliamo dimezzare il consumo energetico degli immobili, è come eliminare tutte le emissioni di gas serra dai trasporti”. Il progetto che coprirà 9.000 mq dovrebbe veder la luce nel 2013.