• Articolo , 4 giugno 2008
  • Un nuovo padiglione ad energia solare per Veronafiere

  • Duemila metri quadrati di moduli fotovoltaici a copertura della nuova struttura, interamente finanziati dall’azienda

Sono iniziati questa mattina i lavori di demolizione del vecchio padiglione 1, al posto del quale sorgerà una struttura di 5mila metri quadrati, 2mila dei quali a moduli fotovoltaici. Il progetto, che prevede un investimento di oltre 7 milioni di euro, è stato presentato questa mattina nella sede dell’Ente da Luigi Castelletti, presidente di Veronafiere: “Abbiamo voluto costruire un padiglione all’avanguardia, sia per soddisfare le esigenze infrastrutturali del quartiere che per testimoniare come anche un ente pubblico debba essere attento e proiettato al futuro utilizzando le nuove tecnologie energetiche eco-compatibili”. L’intervento si concluderà a marzo 2009 e sarà in grado di produrre, a regime, una potenza di picco di circa 100 chilowattora, pari alla corrente elettrica annuale necessaria all’approvvigionamento di 33 appartamenti. L’attenzione dell’Ente si rivolge anche al tema del recupero dei rifiuti. La società è tra le prime in Europa in questo ambito: ricicla, infatti, oltre il 72% della propria produzione di immondizia (più di 3.100 tonnellate nel 2007), avviando in discarica il rimanente. “Stiamo realizzando il nostro piano industriale” afferma Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere, “con l’obiettivo di costruire una fiera di qualità in termini di strutture e di servizi. In questi anni abbiamo investito più di 100 milioni di euro, a cui si aggiungono adesso i 7 milioni per il nuovo padiglione con l’impianto fotovoltaico”.