• Articolo , 11 marzo 2007
  • Un partito contro il cambiamento climatico

  • Il ministro ha proposto l’istituzione di un partito particolarmente attento alle questioni climatiche e all’ecosostenibilità, che affronti, tra gli altri, i temi delle fonti rinnovabili e della bioedilizia. A maggio verrà lanciata la ‘Finanziaria Verde’

In occasione del Consiglio Nazionale del suo partito, che si sta svolgendo a Roma, il ministro dell’Ambiente, nonché presidente della federazione dei Verdi, Alfonso Pecoraro Scanio, ha proposto l’istituzione di un ‘partito del clima’, che riservi una maggiore attenzione alle questioni climatiche e alla nuova economia ecosostenibile. ‘Un soggetto politico che non guardi alle tradizioni passate, ma a quello che sta succedendo in Europa e nel mondo’, ha dichiarato il ministro. Tra gli argomenti da affrontare, come priorità, la difesa del suolo, un progetto nazionale sulle fonti rinnovabili, un piano sulla bioedilizia, la Finanziaria Verde e una proposta del partito sulle infrastrutture. È necessaria, comunque, per Pecoraro, la collaborazione di ‘migliaia di associazioni e imprese italiane che credono nella realtà ambientale’, invitate dal ministro all’iniziativa ‘Finanziaria Verde’, che si svolgerà a Genova nel mese di maggio, una piattaforma di proposte da presentare alla Finanziaria 2008. (fonte Agi)