• Articolo , 7 aprile 2008
  • Una “famiglia solare” pensata per le città

  • Design avveniristico, tecnologia fotovoltaica e infrastrutture cittadine in un unico sistema

L’idea nasce dal designer Nikola Knezevic, già noto agli appassionati di green tech per il laptop alimentato da batterie ricaricabili grazie ad un pannello solare integrato nel telaio del computer. Si tratta di un sistema a energia solare pensato per il risparmio energetico delle infrastrutture cittadine: dai lampioni, alle fermate dell’autobus, alle cabine telefoniche e ai pannelli informativi, collegati a Internet grazie alla tecnologia wireless. Ogni unità conterebbe un pannello principale con celle solari e MoSESS (sistema di risparmio energetico a sensori Movimento), in grado di fornire l’illuminazione necessaria per tutta la notte. Tutti gli oggetti che fanno parte di questo concetto verrebbero collegati tra loro e allo stesso tempo alla rete elettrica, cosicché l’energia elettrica prodotta in surplus potrebbe essere utilizzata dove serve. E non solo per l’illuminazione, ma anche per alimentare i diversi dispositivi digitali come computer, LCD, pannelli informativi, dispositivi wireless… ect.