• Articolo , 28 gennaio 2009
  • Una cabinovia ad energia solare sulle cave di marmo di Carrara

  • Un progetto all’avanguardia per esaltare il binomio marmo-turismo con un occhio di riguardo all’ambiente. Questi gli obiettivi della ‘cabinovia solare’ ideata dal geologo Carlo Musetti e dall’architetto Schneider che – se rispecchiera’ i requisiti di fattibilita’ tecnico-ambientale necessari – dovra’ collegare il paese di Torano (frazione di Carrara), a ridosso delle cave di marmo, e […]

Un progetto all’avanguardia per esaltare il binomio marmo-turismo con un occhio di riguardo all’ambiente. Questi gli obiettivi della ‘cabinovia solare’ ideata dal geologo Carlo Musetti e dall’architetto Schneider che – se rispecchiera’ i requisiti di fattibilita’ tecnico-ambientale necessari – dovra’ collegare il paese di Torano (frazione di Carrara), a ridosso delle cave di marmo, e il piazzale panoramico di Campocecina (nel Comune di Carrara).

”Il progetto – spiega il geologo Carlo Musetti – ha lo scopo di valorizzare il patrimonio naturale, storico, culturale e sociale che per Carrara si identifica con l’attivita’ estrattiva, ma anche con quelle aree che vedono siti di cava dismessi che potrebbero essere recuperati e destinati al turismo. Un’infrastruttura di trasporto come la cabinovia sarebbe unica al mondo, oltre che per la spettacolarita’ del percorso, anche per il fatto di essere alimentata con energia rinnovabile, tramite pannelli solari fotovoltaici”. Il progetto eliminerebbe le cabine elettriche delle 90 cave del bacino carrarese, sostituendole con campi fotovoltaici a servizio della cabinovia ma anche delle esigenze della stessa attivita’ estrattiva”.