• Articolo , 2 aprile 2008
  • Una convenzione con le banche per lo sviluppo delle rinnovabili

  • Un accordo con il mondo creditizio per incentivare e finanziare la produzione di energia da fonti rinnovabili. E la prima convenzione di questo tipo con un’associazione ambientalista

Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente dichiarando che “nel settore delle energie rinnovabili sono stati investiti più di 15 milioni di euro a livello nazionale e 2 milioni solo in Maremma” ha annunciato un accordo tra l’associazione e il mondo bancario. “La convenzione é stata estesa anche a tutti gli istituti di credito d’Italia – ha spiegato Gentili – e nasce per superare l’ostacolo della capacità d’investimento, risolta proprio grazie al prestito bancario. Il protocollo prevede, infatti, l’accesso a mutui agevolati per l’acquisto degli impianti ad energia rinnovabile e la possibilità di scalare dalle rate del mutuo direttamente il ricavato dalla vendita di energia. E’ la prima volta – sottolinea poi – che un’associazione ambientalista stipula una convenzione di questo tipo con una rete di istituti bancari”. “L’obiettivo della convenzione – conclude il segretario nazionale di Legambiente – non é comunque solo la diffusione delle fonti rinnovabili e delle buone pratiche di efficienza energetica, ma la creazione di una vera e propria filiera del settore rispettando l’ambiente e la sostenibilità dello sviluppo”.