• Articolo , 23 maggio 2008
  • Una petizione per lo sviluppo dei veicoli elettrici

  • Parte la raccolta di firme per sollecitare il Parlamento europeo ad adottare politiche urgenti nel favorire la diffusione di veicoli ibridi, elettrici e a Fuel cell

L’AVERE (l’associazione europea per i veicoli elettrici a batteria, ibridi e a celle a combustibile) la CITELEC (l’associazione delle città europee interessate ai veicoli elettrici) e l’EPE (l’associazione europea per l’elettronica di potenza e gli azionamenti) hanno dato il via ad un’azione comune a favore dei veicoli elettrici. Attraverso una petizione a livello europeo i tre enti intendono chiedere al Parlamento Europeo, alla Commissione delle Comunità Europee, e al Consiglio di Unione Europea, di attivare un esteso programma a sostegno dello sviluppo industriale e della dimostrazione dei veicoli elettrici a batteria ed ibridi. La raccolta firme ha l’obiettivo di “dare risalto – scrivono le associazioni – ai consistenti ed immediati benefici che tali tecnologie sono in grado di fornire in termini di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni atmosferiche, così da rimuovere le incertezze che hanno finora ostacolato il loro concreto e significativo accesso al mercato”. L’AVERE, la CITELEC e l’EPE chiedono inoltre che tali misure vengano avviate il più rapidamente possibile, tenuto conto che i maggiori competitori commerciali e tecnologici dell’Europa, come il Giappone, gli USA e la Cina, sono già impegnati in programmi analoghi su scala importante. La petizione può essere firmata all’indirizzo http://www.cleanvehicle.com/sign.php