• Articolo , 5 maggio 2008
  • Unione Produttori Biodisel: aree agricole destinate meno dell’1%

  • La superficie coltivabile a livello globale destinata ai biocarburanti è inferiore all’1%. Il dato arriva da un’elaborazione effettuata dall’Unione Produttori Biodiesel, l’associazione di Confindustria che rappresenta i produttori di biodiesel nazionali. Secondo quanto riportato nel 2007, la produzione mondiale di cereali è stata di 2,423 miliardi di tonnellate, con una superficie complessivamente impegnata di 762 […]

La superficie coltivabile a livello globale destinata ai biocarburanti è inferiore all’1%. Il dato arriva da un’elaborazione effettuata dall’Unione Produttori Biodiesel, l’associazione di Confindustria che rappresenta i produttori di biodiesel nazionali. Secondo quanto riportato nel 2007, la produzione mondiale di cereali è stata di 2,423 miliardi di tonnellate, con una superficie complessivamente impegnata di 762 milioni di ettari, di cui solo 6 milioni destinati a colture per biodiesel. “Questi numeri parlano da soli!”, afferma Maria Rosaria Di Somma, direttore generale dell’associazione. “Bisogna sfatare il fatto che il biodiesel sia in alcun modo responsabile della crisi alimentare, provocata invece da altri fattori quali l’andamento climatico sfavorevole, la riduzione degli stock cerealicoli e i mutamenti nelle abitudini alimentari in Cina e India”.