• Articolo , 20 maggio 2008
  • Uragani? Il riscaldamento globale non ha responsabilità

  • Nature Geoscience pubblica uno studio secondo cui il riscaldamento globale non è il principale responsabile dell’aumento degli uragani

È dall’Università di Princeton, e più precisamente dalla National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA, l’agenzia meteo del governo americano), che arriva lo studio del meteorologo Tom Knutson, che si occupa di dimostrare che il riscaldamento globale non ha responsabilità nella formazione degli uragani e che invece tale aumento di temperatura sarebbe in realtà un ottimo deterrente a tale fenomeno, contribuendo a ridurne la quantità. Lo studio, che è stato pubblicato su Nature Geoscience, è destinato ad essere oggetto di confronti e dibattiti che coinvolgeranno tutta la comunità scientifica mondiale. La pubblicazione è infatti coincisa con l’arrivo di una petizione dell’Oregon Institute of Science and Medicine, firmata da oltre 31 mila scienziati americani che sostenevano la richiesta al governo USA di continuare a rifiutare gli accordi di Kyoto sul riscaldamento globale, considerato non dipendente dalle azioni dell’uomo. Secondo Knutson “l’incremento degli uragani nell’Atlantico dipenda dalle emissioni di gas serra, piuttosto l’innalzamento delle temperature farà diminuire il numero degli uragani, che si ridurranno del 30% entro la fine di questo secolo a causa di fattori connessi con l’andamento dei venti”.