• Articolo , 30 marzo 2010
  • Uruguay ed efficienza energetica: ora tocca al settore pubblico

  • Nuove norme che andranno a modificare l’illuminazione pubblica e quella stradale, sostituzione delle flotte governative con nuovi veicoli zero emission e isolamento degli edifici. Le indiscrezioni vengono dal Direttore del DNE

(Rinnovabili.it) – Migliorare l’efficienza energetica e i consumi del settore pubblico. Questo l’obiettivo centrale del decreto che il governo uruguaiano approverà durante il prossimo Consiglio dei Ministri.
La Direzione nazionale dell’Energia (DNE) sta ultimando la normativa che verrà applicata in due tappe, la prima delle quali inizierà da aprile.
A tal proposito il direttore del DNE, Ramon Mendez, ha anticipato parte delle norme contenute nel decreto tra cui l’acquisto da parte del governo di nuovi veicoli a basse emissioni, andando a modificare quella che è la cultura del paese oltre che le abitudini le consuetudini. Il passo successivo consisterà nell’incentivare e proporre la sostituzione dei vecchi impianti di illuminazione pubblica e stradale, insieme all’inserimento di norme che regolino l’isolamento e il rinfrescamento delle strutture.
“L’obiettivo è quello di realizzare un prototipo comune per cambiare lo schema in atto attualmente”, ha dichiarato Mendez.