• Articolo , 23 maggio 2008
  • USA 2050: rinnovabili al top?

  • La teoria di tre scienziati americani sembra fantascientifica. Vediamo come, secondo loro, potrebbe essere possibile un così stupefacente traguardo

Sono tre esperti statunitensi, Ken Zweibel, James Mason e Vasilis Fthenakis, e spiegano come sarebbe possibile far fronte, entro il 2050, a gran parte della domanda energetica degli Stati Uniti con le fonti rinnovabili, precisando che il loro piano prevede un’America in cui appunto al 2050 il solare copra il 69% dell’elettricità e il 35% della sua energia totale (inclusi i trasporti, quindi). A loro avviso occorrerebbero dei megaimpianti fotovoltaici (sia con moduli convenzionali che a concentrazione), che si estendessero per un’area di 120.000 chilometri quadrati, situata nelle zone desertiche a sud-ovest. Realizzando un’apposita infrastruttura di trasmissione ad alta tensione in corrente continua e prevedendo dei sistemi di immagazzinamento dell’energia.
Secondo i tre esperti si tratterebbe di un’iniziativa che taglierebbe le emissioni di CO2 degli Stati Uniti del 62% rispetto al 2005, con un costo preventivato che si aggira intorno ai 420 miliardi di dollari.