• Articolo , 24 settembre 2009
  • USA: dal 2010 obbligo di report sulle emissioni

  • Dal 1° gennaio 2010 le industrie dovranno compilare un report che ogni anno consegneranno all’EPA: servirà a prendere i giusti provvedimenti in materia di riduzione delle emissioni dannose

(Rinnovabili.it) – Circa 10mila impianti ad alta produzione di carbonio saranno chiamati, a partire dal primo gennaio 2010, a registrare i dati relativi alle proprie emissioni di gas serra.
L’Agenzia per la protezione dell’Ambiente (EPA) ha stabilito in questi giorni, infatti, che il primo report dovrà essere consegnato nel gennaio del 2011, e dovrà contenere i dati relativi all’anno precedente, utili per monitorare circa l’85% delle emissioni prodotte dagli Stati Uniti.
L’obbligo è riservato alle industrie che producono oltre 25mila tonnellate di gas serra all’anno, come le raffinerie di petrolio, i cementifici, le centrali elettriche e una porzione del settore manifatturiero.
“La popolazione americana, e le stesse industrie, potranno venire a conoscenza di importanti dati e, grazie a queste conoscenze, stabilire le strategie migliori per ridurre le emissioni” ha dichiarato l’amministratore dell’EPA Lisa P. Jackson.
Nonostante l’importanza delle decisioni prese, il Congresso vorrebbe ridurre i poteri dell’EPA, che ha la possibilità, grazie Clean Air Act, di regolare le emissioni di gas serra degli Stati Uniti.