• Articolo , 14 settembre 2010
  • USA: il DOE finanzia l’idrocinetica e l’energia marina

  • Il DOE finanzia la ricerca e lo sviluppo nel settore marino ed idrocinetico con l’intento di contribuire a breve all’incremento della fornitura nazionale di energia

(Rinnovabili.it) – Gli Stati Uniti finanziano ancora una volta la ricerca, stavolta affinché possa progredire lo sviluppo di un settore che ha ottime potenzialità di crescita, ossia quello legato all’energia del mare e alla forza idrocinetica.
Il DOE, Dipartimento statunitense dell’Energia, ha assegnato infatti, in questi giorni, 37 milioni di dollari al fine di accelerare lo sviluppo e la diffusione di tali tecnologie e prevedendo la possibilità di generare notevoli quantità di energia dallo sfruttamento delle correnti di mari, oceani, fiumi e ruscelli. Il finanziamento, somma mai concessa prima al settore dell’energia marina ed idrocinetica, punta a contribuire attivamente alla fornitura nazionale di energia elettrica, secondo quanto rivelato dal segretario dell’energia Steven Chu. “Questa somma rappresenta il più grande investimento singolo tra i finanziamenti federali a favore dello sviluppo di tecnologie energetiche idrocinetiche e marine”, ha dichiarato Chu. “Questi progetti innovativi aiuteranno ad aumentare il contributo della risorsa acqua all’interno dell’economia legata all’energia pulita degli USA”.
Nella convinzione che le onde dell’oceano, le maree, le correnti, i gradienti termici e lo scorrere dei fiumi rappresentino una fonte di energia elettrica importante e costante, il DOE lavorerà al fianco delle industrie e del mondo accademico per riuscire a sviluppare tecnologie che siano in grado di sfruttare al meglio queste risorse col fine ultimo di generare energia sostenibile, pulita, da fonte rinnovabile, con costi che le analisi rivelano competitivi all’interno del settore.