• Articolo , 31 marzo 2011
  • Usa, la American Forest annuncia tagli delle emissioni del 15%

  • Aumentare il tasso di riciclaggio ed abbassare la produzione di gas climalteranti sono due dei 5 obiettivi che la AF&PA ha fissato al 2020

(Rinnovabili.it) – La società statunitense “American Forest & Paper Association”:http://www.afandpa.org/ (AF&PA) ha annunciato di voler aumentare i propri obiettivi anti emissioni portando il tasso di riciclaggio della carta ad oltre il 70% e riducendo la produzione di gas ad effetto serra di almeno il 15% entro il 2020. Target ambiziosi grazie ai quali, oltre all’indubbio beneficio ambientale, si raggiungerebbe il record di diminuzione degli inquinanti mai proposto da un’azienda degli Stati Uniti.
La nuova strategia, intitolata *”Better Practices, Better Planet 2020″*, definisce cinque obiettivi strategici al 2020 tra cui: aumentare il recupero di carta per il riciclo; migliorare l’efficienza energetica del settore diminuendo i propri consumi almeno del 10% e aumentare il quantitativo di fibre provenienti da foreste certificate lavorando con il governo e le associazioni affinché le buone pratiche divengano abitudine di tutte le aziende, non solo a livello nazionale, in modo da limitare e portare a zero il disboscamento illegale. “La AF & PA continua a sostenere la Sustainable Forestry Initiative (SFI), che consente il taglio degli alberi su larga scala, la conversione delle foreste naturali in piantagioni, l’utilizzo di sostanze chimiche tossiche e il disboscamento delle foreste in via di estinzione” ha affermato di contro la Dogwood Alliance sottolineando come nonostante l’impegno fissato la società statunitense sia in effetti un esempio non troppo virtuoso in altri campi.
L’associazione ha riferito che in aggiunta a questi obiettivi si impegna a esaminare la possibilità di ridurre il consumo di acqua, pensando se impostare un obiettivo specifico per l’uso della risorsa idrica.