• Articolo , 3 luglio 2009
  • Usa: progetti per lo stoccaggio della CO2

  • Iniziano a nascere i progetti per la cattura e lo stoccaggio della CO2 anche negli Stati Uniti dove potrebbe avere un’ampia applicazione

(Rinnovibili.it) – Con il suo piano, il governo degli Stati Uniti prevede il finanziamento di due nuovi progetti per la cattura delle emissioni di CO2 associate al carbone.
Entrambi sono controllati dal “Bacino di Alimentazione Elettrica” e “Idrogeno Energia Cooperativa Internazionale”. Essi ricevono 408 milioni di dollari (100 milioni di euro e 308 milioni di dollari) per i due impianti dimostrativi nel Nord Dakota e California.
Estratta dai fumi la CO2 viene liquefatta e immessa in bacini sotterranei, di solito giacimenti di gas o di petrolio già esauriti.
Dagli Stati Uniti abbiamo anche notizia di un progetto che riguarda un impianto da 450 MW di lignite. Il 90% delle sue emissioni saranno catturate con una tecnica che utilizza solfato di ammoniaca. Essa, inoltre, produce una soluzione di solfato di ammonio trasformabile in fertilizzante.
Altro progetto riguarda invece la realizzazione di un impianto a ciclo combinato di gassificazione integrata (IGCC). E’ alimentato da una miscela di carbone e coke di petrolio, e acqua. Questa produrrà idrogeno e CO2. Il primo separato dalla CO2, servirà a produrre energia elettrica, e il carbonio verrà iniettato in un campo di petrolio vicino per ottimizzare il suo funzionamento. L’obiettivo è quello di catturare 2 milioni di tonnellate di CO2 l’anno.