• Articolo , 2 settembre 2009
  • Usa: standard d’efficienza energetica per i distributori di bevande

  • Il Segretario Steven Chu annuncia il completamento del programma con cui il Dipartimento mira a risparmiare fino a 1,1 miliardi di tonnellate di biossido di carbonio

(Rinnovabili.it) – La necessità di puntare sull’efficienza ed il risparmio energetico per contrastare la duplice crisi in atto è uno degli orientamenti chiave della nuova Amministrazione Obama. La strategia di efficientamento può contare su una serie di programmi governativi con cui il governo Usa mira a ridurre le emissioni di CO2 e di cui fanno parte anche i nuovi standard energetici predisposti per gli apparecchi elettrici. A completamento della prima fase di interventi messi in atto dal DOE (Department of Energy) Steven Chu ha recentemente annunciato la formulazione degli standard per i distributori automatici di bevande, seguendo quindi le norme già predisposte per gli elettrodomestici (lavastoviglie e forni a microonde), l’illuminazione, le caldaie e gli impianti di condizionamento.
“Questi standard di efficienza energetica avranno un ruolo importante nel ridurre il consumo energetico nelle abitazioni e le imprese statunitensi”, ha detto il segretario Chu.
“Migliorando l’efficienza energetica di ciascuno di questi apparecchi – dall’illuminazione ai forni – saremo in grado di risparmiare denaro, ridurre l’inquinamento e aumentare la nostra sicurezza energetica”.
Questa è la prima volta che il Dipartimento regola il consumo di energia per i circa 2,3 milioni di distributori automatici in uso negli Stati Uniti e la mossa dovrebbe poter tagliare fino a 9,6 milioni di tonnellate di CO2 dal 2012 (anno dell’entrata in vigore) al 2042; quantità equivalente a quella ottenibile rimuovendo oltre 2 milioni di automobili dalle strade l’anno.