• Articolo , 26 gennaio 2011
  • Uso razionale delle risorse, la Commissione ne ribadisce la necessità

  • Utilizzare in maniera intelligente e ponderata le risorse naturali a nostra disposizione significa preservare il futuro del pianeta e intraprendere un cammino a basse emissioni di carbonio. Con queste parole il presidente della Commissione lancia un’iniziativa ad hoc

(Rinnovabili.it) – La Commissione europea ha lanciato una nuova iniziativa con l’obiettivo di dare indirizzi chiari per una crescita sostenibile che sia in grado di rispettare e di utilizzare con criterio le ormai scarse risorse presenti sul Pianeta. Quindi maggiore attenzione alle materie prime e al cibo, all’acqua, a non inquinare l’aria e a rispettare gli ecosistemi in modo che anche la nostra esistenza e quella delle generazioni futura possa essere preservata. Da qui si otterrebbe una maggiore qualità della vita e un’economia più solida ma la verità è attualmente un’altra: stanno aumentando le pressioni sulle risorse naturali, sempre più sfruttate per accrescere la ricchezza delle economie maggiori, con conseguente spesso irreversibili e danni permanenti agli ecosistemi e alle biodiversità. Di conseguenza la costruzione di un’Europa che sia più efficiente andrebbe a rappresentare una maggiore solidità sia economica che ecologica, per questo la Commissione ha deciso di impostare un quadro strategico di interventi mirati alla salvaguardia delle ricchezze naturali e verso uno sviluppo che sia a bassa emissione di carbonio.
In occasione del lancio del progetto il Presidente della Commissione europea José Manuel Barroso ha dichiarato “Continuare con i nostri attuali modelli di utilizzo delle risorse non è un’opzione possibile. Essi esercitano troppa pressione sul nostro pianeta e rendono la nostra economia più dipendente dall’approvvigionamento esterno. Un uso più intelligente delle scarse risorse è quindi una necessità strategica, ma anche un’opportunità economica. Attraverso l’efficienza delle risorse, con politiche a lungo termine più chiare e investimenti comuni in materia di innovazione verde stiamo rafforzando la base per la crescita e l’occupazione dei nostri cittadini portando avanti i nostri obiettivi su clima ed energia”.