• Articolo , 5 novembre 2008
  • V edizione di “Energia in gioco” 30 mila gli studenti toscani coinvolti

  • Oltre 100 studenti di scuole primarie, medie e superiori, provenienti da istituti di diverse province toscane, sono stati premiati da Enel nella Sala Pegaso del Palazzo Sacrati Strozzi della Regione Toscana per il concorso Energia in Gioco, il progetto formativo che Enel dedica a docenti e studenti di ogni ordine e grado per conoscere il […]

Oltre 100 studenti di scuole primarie, medie e superiori, provenienti da istituti di diverse province toscane, sono stati premiati da Enel nella Sala Pegaso del Palazzo Sacrati Strozzi della Regione Toscana per il concorso Energia in Gioco, il progetto formativo che Enel dedica a docenti e studenti di ogni ordine e grado per conoscere il mondo dell’energia attraverso i linguaggi e le tematiche della scienza. Alla cerimonia è intervenuto l’Assessore regionale all’istruzione Gianfranco Simoncini che, nel saluto agli studenti e agli insegnanti, ha sottolineato “l’importanza di iniziative di questo tipo che hanno il merito di sensibilizzare e responsabilizzare gli studenti su un tema fondamentale per il nostro futuro, qual è l’energia, su cui da sempre la Regione Toscana lavora con progetti di formazione”. Un concetto su cui si è soffermato anche Luciano Martelli per Enel, precisando che “Enel continuerà ad investire risorse per sviluppare percorsi di questo genere e favorire il dialogo con le giovani generazioni”.
In Toscana sono state 336 le scuole – per un totale di 30.000 studenti e 300 insegnanti – partecipanti alla quinta edizione del concorso, che ormai si svolge su scala internazionale coinvolgendo studenti di 22 Paesi nel mondo nei quali Enel opera. Energia in Gioco ha invitato gli studenti toscani ad elaborare progetti sul tema “Tante idee luminose per la tua città”, osservando in modo critico l’impiego quotidiano dell’energia elettrica per individuare soluzioni ottimali di utilizzo in grado di trasformare le città in modelli di efficienza energetica a beneficio dell’intera comunità con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza ad un uso più consapevole dell’energia.
Un tema che evidentemente ha ispirato la vena creativa degli studenti, i quali hanno presentato prove progetto originali e ingegnose alla giuria toscana, composta da personalità del mondo istituzionale, scolastico e giornalistico: lampioni futuristi, ponti sospesi con pale eoliche, impianti fotovoltaici innovativi, parchi eco-compatibili, insomma un assortimento di idee degno di un centro ricerche d’eccellenza, è quanto si sono trovati di fronte i giurati che, dopo un attento esame impostato sui criteri dell’attinenza al tema, della creatività e della fattibilità, hanno decretato i vincitori: nella categoria L, relativa alle scuole primarie, prima piazza per la classe V B della scuola “Gianni Rodari” di Molino del Piano (FI) con il progetto “Luci di corsa e docce di sole”; nella categoria XL, riferita alle scuole medie, ha trionfato la classe III I la scuola “Villa Corridi” di Livorno premiata grazie al progetto “Fortezza nuova di Livorno… la accendiamo?”; infine, per la categoria XXL delle scuole superiori, premiata la classe IV C dell’ “Istituto d’Arte Duccio da Buoninsegna” di Siena con il progetto “Lampioni led artistici”. La giuria ha inoltre assegnato delle menzioni speciali: per la categoria L, V A della scuola “Don Beppe Socci” di Viareggio e II unica della “Nazzareno Carloni” di Cetona; per la categoria XL, le classi III B e III C dell’Istituto “Federigo Tozzi” di Chianciano Terme e la III B della scuola “Virgilio” di Montepulciano; per la categoria XXL, la classe I Iter del “Francesco Severi” di San Giovanni Valdarno e la IV A dell’ “Istituto d’arte Duccio da Buoninsegna”. (cs)