• Articolo , 7 aprile 2010
  • Venezuela: il programma anti-crisi colleziona successi

  • Ad oggi il Paese ha istallato il doppio dei MW previsti dal piano varato a seguito del prolungato periodo di siccità che ha messo a dura prova il regime energetico del paese. Il presidente si è dichiarato soddisfatto e fiducioso

(Rinnovabili.it) – Hugo Chavez, presidente venezuelano, ha evidenziato i progressi del programma istituito per combattere la crisi energetica che ha colpito il settore della produzione elettrica.
Attualmente le iniziative intraprese hanno portato all’istallazione di circa 630 MW, più del doppio della potenza stimata all’inizio del processo.
Obiettivo di tutto il programma la predisposizione e la messa in funzione di 5700 MW entro il 2010, per ridurre ulteriormente la dipendenza che lega il paese alla diga del Guri, fonte primaria della produzione interna, nonché centrale idroelettrica più grande del Venezuela, messa a dura prova dal recente e prolungato periodo di siccità che ne ha quasi prosciugato i serbatoi causando ripetuti black out.
Il presidente ha poi ribadito che, grazie all’appoggio di Cuba per lo sviluppo delle iniziative energetiche, sarà possibile portare il paese verso l’indipendenza energetica dei territori con un investimento totale stimato di circa 5 miliardi di dollari.