• Articolo , 10 gennaio 2008
  • Vera Keta Panelli fotovoltaici sui tetti delle scuole

  • Pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole medie? Ora finalmente non sarà più solo un’utopia. Alcuni comuni della provincia di Frosinone (tre per la precisione: Torrice, Amaseno e Ripi), infatti, hanno vinto un bando ministeriale ed ottenuto un finanziamento per l’installazione di pannelli fotovotaici sui tetti delle scuole medie. A rendere nota la notizia è la […]

Pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole medie? Ora finalmente non sarà più solo un’utopia. Alcuni comuni della provincia di Frosinone (tre per la precisione: Torrice, Amaseno e Ripi), infatti, hanno vinto un bando ministeriale ed ottenuto un finanziamento per l’installazione di pannelli fotovotaici sui tetti delle scuole medie.
A rendere nota la notizia è la Technical Partners srl di Frosinone, società di progettazione dei sistemi energetici ed ambientali, che per conto dei tre comuni ha steso il progetto preliminare dal titolo «Il sole va a scuola». Il bando era stato aperto la scorsa estate ed ha destato grande interesse in tutta Italia. Il fondo messo a disposizione dal Ministero dell’ambiente era sufficiente a garantire la copertura finanziaria di soli 400 impianti e le domande avevano superato quota 1000. Questo a testimonianza di quanto sia attuale il tema del fotovoltaico. La scorsa settimana il tanto atteso responso. Sono state accolte in tutto 44 domande: 41 in territorio romano e 3 in quello frusinate. Soddisfazione è stata espressa anche dai dirigenti della società ciociara: «Abbiamo presentato tredici domande – hanno dichiarato i responsabili, Tiziana Protano e Federico Tunzio – e ne sono state accolte nove, di cui tre nel Lazio, due in Campania e quattro in Sicilia. Siamo contenti che la nostra provincia possa usufruire di finanziamenti ministeriali ed ancor più contenti se consideriamo che in tutti i casi la progettazione è stata operata dal nostro team di lavoro composto di dodici unità. Nel mese di maggio, appena saputo dell’opportunità, tutti nella TP srl si sono attivati per dare il giusto risalto al bando.
Ci dispiace – concludono i dirigentti della Technical Partners srl – per gli altri comuni ciociari ma quando si tratta di bandi ministeriali basta una piccola svista nella presentazione della documentazione affinchè la domanda venga cestinata. Speriamo in occasioni future che di certo non mancheranno».