• Articolo , 25 marzo 2008
  • Vernio, successo per sportello su rinnovabili

  • Sono già decine i cittadini e gli imprenditori che a Vernio, in provincia di Firenze, si sono rivolti allo sportello informativo sulle energie rinnovabili per saperne di più sui vantaggi dell’energie pulite. Rimarrà aperto fino all’8 aprile ma esiste un progetto per prolungarne l’attività. L’Amministrazione Comunale di Vernio, in collaborazione con Legambiente e grazie al […]

Sono già decine i cittadini e gli imprenditori che a Vernio, in provincia di Firenze, si sono rivolti allo sportello informativo sulle energie rinnovabili per saperne di più sui vantaggi dell’energie pulite. Rimarrà aperto fino all’8 aprile ma esiste un progetto per prolungarne l’attività. L’Amministrazione Comunale di Vernio, in collaborazione con Legambiente e grazie al contributo del Cesvot nel bando Percorsi di Innovazione, ha, infatti, aperto lo scorso mese di febbraio uno sportello che offre consulenze gratuite su energie rinnovabili e risparmio energetico, rivolto ai cittadini, ai professionisti e alle imprese. Lo sportello resterà aperto fino all’8 aprile, tutti i martedì mattina, dalle 9.00 alle 13.00. A quasi due mesi dalla sua apertura, è già possibile fare un primo bilancio delle richieste ricevute, per capire le esigenze della popolazione, le tecnologie per le rinnovabili che hanno più successo, gli orientamenti di chi sceglie di metterle in opera. Il primo dato che balza agli occhi è che il solare termico attira molto, sia per l’investimento non troppo impegnativo che richiede, sia per i risultati attesi; il solare fotovoltaico suscita curiosità ma respinge ancora per il suo alto costo; generalmente gli utenti hanno dimostrato una sensibilità per il risparmio energetico, nel suo doppio effetto (vantaggi per l’ambiente e per il bilancio familiare). Grande spazio, nelle richieste, ha avuto anche il bando della provincia di Prato per l’efficienza energetica nelle abitazioni, che, potendo essere cumulato con gli altri incentivi in essere, fornisce una ragione di più per decidere di investire sul risparmio e sulle energie rinnovabili; anche solo per sostituire i vecchi elettrodomestici con i più efficienti in classe A, azione per cui la provincia finanzia a fondo perduto il 20% del costo complessivo. Sostituzione di infissi, doppi vetri, coibentazione di cassonetti e delle murature retrostanti ai radiatori sono alcuni semplici accorgimenti capaci, a fronte di piccoli investimenti, di far risparmiare energia e soldi; anche questi sono interventi finanziati dal bando. Le scelte compatibili con l’ambiente e gli investimenti sul risparmio nei consumi, visto il progressivo aumento della bolletta energetica, si rivelano vincenti non trascurando che saranno troveremo riconosciute nella certificazione energetica che tra breve dovrà obbligatoriamente accompagnare contratti d’affitto e di compravendita per tutte le case, con effetti sicuri sul mercato.