• Articolo , 25 settembre 2009
  • Verso Copenhagen con una spiritualità sostenibile

  • A seguito del seminario GLAM è partito l’invito all’ambiente ecclesistico a prendere provvedimenti che riducano i danni all’ambiente: per iniziare energia da fonti rinnovabili e carta riciclata

(Rinnovabili.it) – La Commissione globalizzazione e ambiente (GLAM) e la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI) hanno organizzato il seminario intitolato ”Cosa fare per una spiritualità energetica”.
Dopo essere riuniti dal 18 al 20 settembre, i rappresentanti della chiesa ortodossa hanno deciso che, in ambiente ecclesiastico, c’è bisogno di adottare norme a favore dell’ambiente quali l’utilizzazione di energia prodotta da fonti rinnovabili, l’impiego di carta riciclata, e l’eliminazione dei prodotti di consumo usa e getta.
”Sappiamo bene che le piccole azioni non provocano da sè l’arrivo del regno di Dio – si legge nel messaggio destianto alle chiese – ma siamo convinti che fare mette di buon umore, focalizza la nostra concentrazione sui cambiamenti spirituali in atto, e dà conto della nostra speranza (I Pietro 3, 15)”.
I partecipanti al seminario GLAM hanno inoltre rinnovato l’invito a pregare il prossimo 4 ottobre per Copenaghen, dove a dicembre si svolgerà la XV Conferenza ONU sul cambiamento climatico.
E’ stata programmata un’altra curiosa iniziativa in occasione del summit sul clima in programma per dicembre: sabato 13 dicembre, alle ore 15 di Copenaghen, le campane di chiese di tutto il mondo suoneranno per 350 volte. Il numero 350 simboleggia il livello massimo, espresso in ppm (parti per milione) di emissioni di CO2 concesse per evitare il disastro climatico.