• Articolo , 7 luglio 2009
  • Vestirsi di energia pulita con le fibre fotovoltaiche

  • Dopo l’ombrellone solare la società statunitense Konarka Technologies punta a realizzare la giacca fotovoltaica

(Rinnovabili.it) – L’energia solare? La si può indossare, parola di Konarka. La società statunitense ha messo a punto uno speciale polimero flessibile costituito da fotovoltaico organico in grado di convertire la luce in elettricità ed abbastanza sottile per essere tessuto senza troppi artifici.
Konarka Technologies aveva già dimostrato la grande capacità di integrazione delle sue celle flessibili con la realizzazione di Powerbrella, un ombrellone ‘solare’ studiato per catturata l’energia dei raggi luminosi durante il giorno e ridistribuirla secondo la necessità attraverso una serie di prese elettriche posizionate sul supporto centrale. L’obiettivo ora è ancora più ambizioso: ridurre al minimo lo spessore del proprio fotovoltaico per poter disegnare giacche e capi d’abbigliamento “energetici”. Ogni fibra sarà costituita da un filo in acciaio inossidabile dello spessore di un capello umano rivestito con tre strati di materiale organico fotovoltaico e da un altro filo sottile ricoperto con pasta d’argento e con funzione di elettrodo secondario. In realtà la capacità associata alle fibre è molto bassa dovuta ad un’efficienza di conversione variabile solamente fra il 2.79% e il 3.27%. Ma gli sviluppi tecnologici non sembrano fermarsi e chissà che fra breve la società non riesca a mettere in commercio i primi rudimentali vestiti solari.