• Articolo , 22 novembre 2010
  • Vietnam, discarica convertita in centrale a biogas

  • Una discarica vietnamite verrà riqualificata come sede di una centrale a biogas per la produzione di elettricità. Il progetto _“Clean Development Mechanism”_, portato avanti dalle organizzazioni E.ON e Bionersis, prevede una capacità di 5 MW e un risparmio di anidride carbonica pari a 4,5 nei prossimi 20 anni.

(Rinnovabili.it) – La riqualificazione di un territorio, precedentemente, utilizzato come discarica per rifiuti domestici è un tema non da poco conto. In Vietnam è stato lanciato un progetto, _”Clean Development Mechanism”_, che prevede la copertura della discarica di Nam Son, vicino ad Hanoi, e la contemporanea costruzione di un impianto di recupero del biogas prodotto dallo stesso sito e nello stesso tempo di distruzione, attraverso la combustione, dei cosiddetti gas serra. Le due società responsabili del progetto, il quale ha avuto un investimento complessivo di 6,6 milioni di euro, sono “E.ON Climate & Renewables (EC&R)”:http://www.eon.com/, uno dei più grandi investitori mondiali nella produzione di energia, e “Bionersis”:http://www.bionersis.com/, azienda dedita al riutilizzo di gas proveniente da discariche.

I rifiuti di tutti gli abitanti di Hanoi (3,5 milioni) terminano nella discarica di Nam Son, con una frequenza di 3.000 tonnellate al giorno. Dal metano prodotto dalla gassificazione della discarica si pensa che l’installazione della centrale a biogas generi una capacità di 5 megawatt di elettricità. Inoltre il progetto permetterà una riduzione di 4,5 milioni di tonnellate di anidride carbonica nei prossimi 20 anni.

“Attraverso le nostre competenze in campo energetico – così _Hervé Touati_, amministratore delegato di E.ON – ci impegniamo a far diventare il _”Clean Development Mechanism”_ uno dei modi più convenienti per affrontare il cambiamento climatico”.

Così invece _Nicolas Heuzé_, rappresentate di Bionersis: “Questa è una pietra miliare per il nostro futuro. Siamo molto soddisfatti della collaborazione con E.ON, che ha fornito le risorse necessarie per accelerare lo sviluppo tecnologico asiatico”. Infatti già in passato E.ON e Bionersis avevano collaborato in Asia, precisamente ad un progetto nei pressi di Bangkok.