• Articolo , 26 febbraio 2010
  • Walmart: ottimizzare il ciclo di vita dei prodotti a favore dell’ambiente

  • Ridurre di 20 milioni di tonnellate le emissioni nocive ottimizzando gli sprechi relativi al ciclo di vita dei prodotti commercializzati. Lo ha comunicato il CEO di Walmart, Mike Duke, in occasione di una conferenza stampa

(Rinnovabili.it) – Walmart, la catena di rivenditori al dettaglio ‘made in Usa’, ha comunicato di voler intraprendere una politica incentrata sulla riduzione della propria impronta ambientale.
L’obiettivo parla di diminuzione delle emissioni fissata in termini di 20 tonnellate di anidride carbonica, l’equivalente dei gas emessi da circa 4 milioni di veicoli in un anno, entro il 2015 e per riuscire nell’impresa l’appello è stato rivolto anche ai fornitori, che contribuiranno a ridurre le emissioni contribuendo con accorgimenti legati alla logistica e al trasporto dei prodotti.
La catena di ipermercati grazie all’adozione di accorgimenti anti-inquinamento sarà la prima del settore a prestare un’attenzione così particolare alla catena di approvvigionamento, analizzando i consumi e le emissioni di ogni singolo comparto e cercando di migliorare la situazione al minor costo possibile, garantendo al consumatore la stessa qualità e gli stessi prezzi di vendita.
“Oggi stiamo annunciando un audace obiettivo – ha dichiarato Mike Duke, CEO di Walmart. – Ci sono le modalità per risparmiare emissioni lungo tutto il ciclo di vita del prodotto, dalla provenienza delle materie prime per la fabbricazione di un prodotto al trasporto e all’utilizzo che ne fa il cliente, compreso come lo ricicla”.