• Articolo , 17 novembre 2009
  • Watec Israel 09, dove acqua e rinnovabili convergono

  • L’evento internazionale mira a rafforzare la posizione di Israele come la «Silicon Valley» del mercato mondiale delle tecnologie idriche ed ambientali.

(Rinnovabili.it) – Si è aperta questa mattina a Tel Aviv la quinta edizione della Fiera internazionale “Watec”:http://www.watec-israel.com/
(Water Technologies, Renewable Energy & Environmental Control), la tre giorni dedicata alla questione dell’acqua e delle tecnologie ambientali che si stanno guadagnando un posto sempre più centrale nella coscienza globale e nell’economia. Ad oggi circa 2 miliardi di persone in tutto il mondo, o non hanno accesso a quantità sufficienti d’acqua, o non dispongono affatto di risorse idriche potabili. Una carenza che peggiorerà nel prossimo futuro a causa della crescita della popolazione mondiale e degli effetti climatici scatenati dal surriscaldamento globale. La crescente consapevolezza ambientale ha comportato una spinta notevole allo sviluppo di nuove tecnologie per alleviare i problemi ecologici, in particolare per la depurazione ed il trattamento delle acque.
In tal senso Watec 09 riunirà dirigenti israeliani e internazionali, decisori politici e ricercatori di primo piano, per stimolare un dibattito di merito e dettagliati approfondimenti sui principali problemi idrici mondiali, consentendo quindi una valutazione critica delle sfide poste dal contesto attuale e futuro. Israele non è solo il padrone di casa ma un esempio di come il problema abbia delle soluzioni applicabili. Il paese, infatti, nonostante due terzi del suo territorio sia definito come zona arida, riesce a superare la carenza idrica.
Il Salone si svolge sotto l’egida dei Ministeri dell’Industria e del Commercio, tutela dell’Ambiente, degli Affari esteri e nazionali e darà spazio anche all’indissolubile rapporto che l’acqua ha instaurato con le tecnologie rinnovabili. Fulgido esempio la Leviatano Energy Company, che presenterà in anteprima “Benkatine”, una micro turbina installabile in qualsiasi tubatura idraulica che consente la produzione di energia dalla pressione dell’acqua in eccedenza o dalle acque grigie urbane. Oggi avrà luogo un seminario sulle energie rinnovabili al quale prendono parte esperti ENE, per la presentazione di due proposte di progetti ENPI (European Neighbourhood and Partnership Instrument): “Sun Kiosks” e “Medenergie”.
Domani presenzierà all’evento anche il ministro dell’Ambiente per presenziare ad una serie di incontri: il 18 al Seminario Scientifico bilaterale italo- israeliano “The virtuos circle: from depuration to clean energy” in collaborazione con il Centro di Ricerca e Sviluppo del Ministro dell’Industria israeliano, e il 19 al Seminario “ Towards a green future: eco-sustainable architecture and renewable energy” a cui parteciperanno il Primo Ministro palestinese, Salam Fayyad, il Ministro dei Lavori Pubblici e dell’Edilizia, Mohammad Shtayyed, il Ministro dell’Energia e delle Risorse Naturali, Omar Kittaneh, il Ministro dell’Educazione, Lamis Alami e Ali Al-Jarbawi, Ministro della Pianificazione.