• Articolo , 11 novembre 2010
  • Widmann: “Aumenta la sensibilità verso una mobilità sostenibile”

  • La Mobilcard e la Museumobil card hanno fatto registrare anche quest’anno un bilancio particolarmente positivo grazie alle loro caratteristiche di flessibilità, convenienza economica ed ecosostenibiltà. L’assessore provinciale alla mobilità, Thomas Widmann, è particolarmente soddisfatto del bilancio della stagione turistica appena conclusa. Complessivamente sono state registrate quasi 2,7 milioni di obliterazioni su autobus e treni grazie […]

La Mobilcard e la Museumobil card hanno fatto registrare anche quest’anno un bilancio particolarmente positivo grazie alle loro caratteristiche di flessibilità, convenienza economica ed ecosostenibiltà.

L’assessore provinciale alla mobilità, Thomas Widmann, è particolarmente soddisfatto del bilancio della stagione turistica appena conclusa. Complessivamente sono state registrate quasi 2,7 milioni di obliterazioni su autobus e treni grazie alla Mobilcard provinciale, alla Museumobil ed alle altre opportunità di abbonamenti a livello locale.

L’assessore sottolinea che “I dati confermano il trend a favore di una mobilità ecocompatibile ed uno spostamento significativo delle preferenze degli utenti nei confronti dei mezzi pubblici per le loro attività nel tempo libero e durante le ferie”.

Nel corso della stagione turistica appena terminata sono state vendute complessivamente 303.250 Mobilcard e tra queste in particolare quelle valide su tutto il territorio provinciale della durata di 3 – 7 giorni per adulti e bambini, la BusCard di Merano e del comprensorio, la Mobilcard della Valle Aurina e la Mobilcard della zona Rosengarten-Latemar. Per ogni abbonamento venduto sono state registrate in media da 8 a 10 obliterazioni sui mezzi del trasporto pubblico.

Widmann sottolinea che questa tendenza conferma ulteriormente l’intenzione da parte dell’Assessorato di rendere ancora più flessibile e comodo l’utilizzo di questi abbonamenti legandolo anche ad avvenimenti di carattere culturale o ricreativo organizzati dai Musei provinciali.

A questo proposito sono particolarmente lusinghieri i risultati ottenuti dalla “Museumobil card”, il progetto pilota sostenuto dalle due Ripartizioni Mobilità e Musei, in stretta collaborazione con l’Associazione Musei Altoatesini. Grazie alla “Museumobil card” gli interessati possono utilizzare per tre o sette giorni consecutivi tutti i mezzi di trasporto pubblico e visitare 80 Musei e collezioni (raccolte) dell’Alto Adige.

Nel corso della recente stagione turistica sono state vendute oltre 8200 “Museumobil card” per oltre 83.000 obliterazioni su autobus e treni. Un altro esempio particolarmente significativo è rappresentato dalla BrixenCard che offre agli utenti una gamma molto ampia di combinazioni con manifestazioni sportive e ricreative legate al trasporto pubblico.

Nel corso della stagione turistica la corta è stata utilizzata complessivamente da 32.000 ospiti che hanno effettuato oltre 63.000 corse con i mezzi pubblici.