• Articolo , 16 febbraio 2011
  • Wind Explorer: per l’auto eolica un’avventura lunga 5.000 km

  • Con tre record mondiali raggiunti il prototipo elettrico del duo tedesco Gion e Simmerer ha finalmente completato la traversata e raggiunto la tappa finale del viaggio australiano

(Rinnovabili.it) – Ha superato a tutti gli effetti il collaudo su strada, dando prova d’essere capace d’affrontare migliaia di chilometri con la sola energia del vento. E’ Wind Explorer, lo speciale prototipo automobilistico realizzato e guidato da Dirk Gion e Stefan Simmerer rispettivamente un ingegnere e un conduttore televisivo tedeschi che si sono lanciati solo 18 giorni fa in una sfida particolare: attraversare l’Australia facendo affidamento unicamente sulle correnti del luogo; l’auto, un modello elettrico piccolo, compatto e leggero (200 kg) è stata realizzata principalmente impiegando un sandwich in Rohacell e fibra di carbonio su un telaio in alluminio e pneumatici per biciclette sportive.
Wind Explorer ha ottenuto l’energia necessaria per caricare le sue batterie al litio grazie all’allaccio, durante le ore notturne, a una turbina eolica mobile, con un albero telescopico in bambù di sei metri o in assenza di vento collegandosi alla rete; in alternativa durante il giorno lasciandosi direttamente trascinare da un grande aquilone orientabile simile ad un paracadute ascensionale e facendo così spendere al duo Gion e Simmerer meno di 15 dollari in elettricità per tutto il tragitto.
Durante le tre settimane l’auto ha raggiunto una velocità di 80 km/h. I due piloti partendo da Perth sulla costa occidentale e passando per Adelaide e Melbourne sono giunti finalmente a Sydney completando il loro pioneristico viaggio da 5000 km e stabilendo così un triplice record: la prima traversata “eolica” di un continente, la più lunga distanza totale coperta per un veicolo della sua categoria e la distanza più lunga raggiunta in 36 ore.