• Articolo , 23 maggio 2011
  • Wind Tower, l’approccio giapponese all’energia eolica

  • La tecnologia di sfruttamento del vento cambia forma. Dalla nipponica ZENA System l’ambizioso progetto eolico che integra un impianto di dissalazione, un sito di stoccaggio energetico e un centro visitatori

(Rinnovabili.it) – Il Giappone deve riprogrammare la sua strategia di sviluppo delle rinnovabili e allora perché non incominciare a pensare in grande? Tra le ultime proposte per sfruttare al meglio il potenziale offerto dalle energie alternative fa la sua comparsa la “Wind Tower”:http://www.zenasystem.co.jp/en/ della società nipponica ZENA System, progetto multi sfaccettato in grado di asservire a tre funzioni contemporaneamente: eco-centrale elettrica, struttura ricettiva e impianto di dissalazione dell’acqua marina. A rendere unico il progetto innanzitutto l’innovativo design, in grado di generare elettricità dal vento indipendentemente dalla direzione e dalla velocità di quest’ultimo. La torre in questione, una struttura a pianta esagonale alta 50 metri, agisce come un gigantesco collettore che comprime i flussi eolici in entrata dalle sue sei facce spingendoli verso i generatori situati alla base, al pari di ciò che avviene in una galleria de vento.

L’ultima sezione di questo tunnel dispone di sistemi per la regolazione della pressione dell’aria come mezzo di controllo della quantità di energia generata. Secondo il portavoce per l’azienda, il sistema avrebbe il potenziale per rivoluzionare la teoria aerodinamica convenzionale e quella del valore limite di Betz. La società ha già in programma di costruire un prototipo a grandezza naturale, 50 metri e 27 metri di diametro, in un’area di 13 mila metri quadrati situata sull’isola di Kyushu. La potenza elettrica prevista per questa torre è di circa 5 MW e l’energia ricavata verrà utilizzata in parte per alimentare un impianto di dissalazione di acqua di mare. Il progetto prevede inoltre un sistema di stoccaggio energetico a base di una soluzione concentrata di vanadio.